Ennio Calabria

Ennio Calabria è nato a Tripoli il 7 marzo 1937. Vive e lavora a Roma. È del 1958 la sua prima personale alla galleria "La Feluca" di Roma. Ennio Calabria fu allora individuato dalla critica d'arte fra i pittori più significativi della generazione emersa tra il 1950 e il 1960, sempre testimone del suo tempo con una pittura sia rivolta al sociale che autobiografica. Nel 1963 insieme ai pittori Attardi, Farulli, Gianquinto, Guccione e Vespignani, e ai critici Del Guercio, Micacchi e Morosini fonda il gruppo "IL PRO E IL CONTRO" che diventa un forte punto di riferimento per le nuove ricerche figurative in Italia nel periodo dell'egemonia del mercato informale.
Nel corso di tutta la sua attività artistica Ennio Calabria ha ricevuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti ed ha partecipato ad importanti rassegne fra le quali la Biennale di Venezia e la Quadriennale di Roma. Ha inoltre illustrato diversi volumi di poesia, racconti, nonché copertine per libri. Ha prodotto circa 90 manifesti; per l'Orlando Furioso di Luca Ronconi; per ARCI, Lega per le Cooperative, UISP, CGIL, CISL, PCI, movimento delle donne, Fondazione Basso, ecc. La sua prima mostra antologica risale al 1985 alla Rotonda della Besana, Milano e nel 1987 a Castel S. Angelo, Roma, accompagnata dal volume monografico con testi di M. De Micheli, D. Micacchi, G. Carandente edito da Vangelista.

In occasione della mostra personale "Opere 1980-1990 nella Chiesa del Carmine a Taormina nel 1990 è stato pubblicato il volume con testo di E. Calabria edito dall'Electa. Degli anni ‘90 è il Ciclo di opere "Ambiguità dell' Intravisto". Il tema che lo pervade è l'alta velocità degli scambi sociali dei nostri tempi ed il continuo metamorfismo dell'essere che ne è conseguenza, questo fa emergere nella ricerca pittorica un'immagine, per lo più antropomorfa, come "accidente" che afferma e nel contempo nega se stessa.
Questo Ciclo di opere, itinerante, è stato esposto in varie sedi pubbliche e private, tra le quali:  Baumgarte Galerie, Briefeld (Germania), Palazzo dei Papi, Viterbo, 1994; Museo di "R. Ridola" Matera, 1996. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private e pubbliche tra le quali: Metropolitan di New York; San Paolo del Brasile; Museo Puskin di Mosca; Museo Wroclaw di Cracovia; Museo di Eliat (Israele); Museo di Arte Contemporanea di Sofia; Galleria Gucci di New York; Colombe d'Or di St. Paule de Vence (Francia); Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma.
Elvio Marchionni
Ugo Nespolo
Omar Galiani
Paolo Baratella
Giuseppe Ducrot
Giovanni Faliero
Achille Capaldo
Giuseppe Zollo
Elio Lombardi
Francesco Schetter
Ornella De Martinis
Renato Criscuolo
Anna Nespolino
Russo Ferdinando
Alfredo De Martino
Sandro Chia
Roberto Barni
Maurizio Orrico